Un libro che ha anticipato Pantone di 271 anni

Nel 1963, Lawrence Herbert, il fondatore di Pantone, ha creato un innovativo sistema di identificazione per i colori. Questo sistema si è rivelato fin da subito un’innovazione molto importante, difatti ha permesso di risolvere i problemi che nascevano quando bisognava indicare dei colori molto precisi (pensiamo a due stabilimenti che devono produrre un oggetto dello stesso colore).
Ora però è sorto un dubbio, e se Herbert fosse stato anticipato da qualche altra mente brillante? Ovviamente le cose non cambierebbero, ormai Pantone è il catalogo mondiale del colore, però fa specie scoprire che qualcuno ha avuto la stessa idea con 271 anni di anticipo.
Sembra incredibile, eppure un certo A.Boogert (non si conosce il nome completo), nel 1692 ha creato un libro incentato tutto sui colori, le mescolanze e le tinte che si potevano creare. Il libro è scritto a mano in olandese, si chiama “Traité des couleurs servo à la peinture à l’eau” (anche se il titolo è francese) e offre ben 800 pagine sui colori e sulle tinte.
Le pagine sono davvero fantastiche, sembra proprio di vedere un catalogo Pantone settecentesco, con dei rettangoli colorati e le indicazioni per ottenere quella esatta tinta.
A quanto sappiamo esiste solo una copia di questo capolavoro ed è conservata alla Bibliothèque Méjanes di Aix-en-Provence, Francia.