Pepsi Fire, la Pepsi alla cannella

La Pepsi è celebre anche per le sue proposte alternative, ma non parlo della Pepsi senza zuccheri, della Pepsi senza caffeina o della Pepsi al limone. Quelle proposte sono da ritenersi standard, tanto che sono facilmente reperibili in ogni supermercato.
Le versioni strane sono quelle presenti solo in alcuni mercati selezionati e – a volte – rimangono sugli scaffali solo poche settimane o pochi mesi. É il caso della Pepsi Fire, una variante della classica bibita gusto cola dal colore ambrato.
Il nome Fire farebbe subito pensare ad una bibita infuocata, piccante, magari con l’aggiunta di peperoncino. Invece si tratta di una rievocazione del Fireball Whiskey, un celebre distillato aromatizzato alla cannella. Questo significa che anche la Pepsi Fire è aromatizzata alla cannella, cosa che la rende decisamente strana. E potenzialmente schifosa.
La cannella è una spezia che può dare quel qualcosa in più a varie ricette, ma in molti altri casi risulta stucchevole e non vanta certo molti fan. Credo proprio che sia questo il caso, perché una bibita alla cannella non sembra proprio invitante. In ogni caso per berla bisogna recarsi negli USA dove è uscita in esclusiva e rimarrà in vendita fino a Luglio. Se qualcuno ha avuto o avrà modo di provarla ci faccia sapere cosa ne pensa.