Il gamer che vive da 6 anni in un internet café

Questa notizia si divide a metà tra il comico e il tragico, difatti nonostante possa far almeno sorridere sapere che c’è chi ha praticamente passato gli ultimi 6 anni dentro ad un internet cafè, al tempo stesso non può che evidenziare un problema comune nella nostra epoca, la dipendenza da Internet.

La storia arriva dalla Cina dove un giornalista del Beijing Times ha scoperto che un internet cafè vicino a Changchun ha un cliente un po’ troppo affezionato. Il suo nome è  Li Meng, e il giornalista parlando con il proprietario e con alcuni clienti abituali ha potuto verificare la veridicità della notizia.

Meng arriva di notte per giocare, passa ore collegato finché stravolto non viene sopraffatto dal sonno e si addormenta rimanendo a dormire dentro al cafè.
Non è nel bar solo durante le poche ore di lavoro (non è indicato cosa faccia) e giusto di tanto in tanto esce per andare a farsi una doccia o comprare qualcosa da mangiare, ma la maggior parte della sua giornata la trascorre li dentro.

Il giornalista ha provato anche ad intervistarlo, ma per tutto il tempo lo sguardo di Meng è rimasto incollato allo schermo e rispondeva distratto alle sue domande.
Ha scoperto però che il suo reddito equivale a 322 Dollari mensili, di cui 80 li paga all’internet cafè come “tassa”.

Spero per il povero Meng (e per tutti quelli nella sua condizione) che in Cina la dipendenza da internet sia riconosciuta come patologia e che possa trovare un valido aiuto.