iPhone 5S, modello low cost e spazio ai colori, le strategie di Apple

Sono solo rumors che mancano di ufficialità, ma le  strategie della Apple per i prossimi mesi sembrano ormai cosa certa.

A differenza di quanto accaduto fin ora saranno due i modelli presentati a breve, difatti al canonico aggiornamento dello smartphone di punta con la versione S dell’iPhone 5 si aggiungerà una versione low cost che dovrebbe puntare a conquistare nuove fasce di mercato o nuove zone, come l’asia dove c’è ancora molto da “conquistare”.

Per la prima volta Apple avrà quindi due nuovi smartphone da presentare.
Per le caratteristiche ovviamente si dovrebbe aspettare la conferenza ufficiale, ma il solito gioco a chi indovina sembra vedere molti punti di contatto tra le varie indiscrezioni.

Entrambi i modelli avranno uno schermo da 4″, le cose più interessanti per il modello di punta, l’iPhone 5S parrebbero il nuovo processore A7 e il tasto home con la capacità di leggere i dati biometrici.

Per la versione low cost invece si parla di un prezzo attorno ai 300 Dollari, motivati da materiali più economici come la scocca in plastica e fibra di vetro (in stile iPhone 3G) e anche componenti differenti rispetto al 5.

Ora si passa all’aspetto “colore”, parrebbe infatti che Apple dopo l’esperimento del nuovo iPod Touch sia intenzionata a fare versioni colorate anche per l’iPhone, abbandonando così gli storici colori nero o bianco.
Qui però non è chiaro se riguarderà entrambi i modelli o solo il modello low cost.

In caso di un approccio prudente è possibile che Apple faccia solo la versione economica colorata e in caso di risposta positiva faccia uscire solo in un secondo momento l versioni colorate dell’iPhone 5S.
Dopotutto anche l’iPhone 4 al lancio era disponibile solo nero, con la versione bianca uscita a mesi di distanza.

(Ovviamente l’immagine dell’articolo è una invenzione come ne trovate a centinaia in giro per la rete, tra l’atro credo che se usciranno degli iPhone colorati saranno sulla scia degli iPod, quindi con tinte decisamente più sgargianti, ma non si può mai sapere cosa frulla nelle menti a casa Apple)